Indietro

ⓘ Ospedali Riuniti di Bergamo. Lospedale nasce il 5 novembre 1457 al tempo della Serenissima quando, su iniziativa del Vescovo Giovanni Barozzi, con il beneplacit ..



Ospedali Riuniti di Bergamo
                                     

ⓘ Ospedali Riuniti di Bergamo

Lospedale nasce il 5 novembre 1457 al tempo della Serenissima quando, su iniziativa del Vescovo Giovanni Barozzi, con il beneplacito di Venezia e di Papa Pio II viene istituito lOspitale Grande di San Marco.

Lultima struttura dellOspedale Maggiore utilizzata fino a dicembre 2012 viene costruita a partire dal 1927 e nel 1930, dopo 3 anni dalla posa della prima pietra, viene inaugurato lOspedale Maggiore "Principessa di Piemonte", che con la sua struttura di 30.000 m 2, estesa su una superficie di ben 150.000 m 2 metri quadrati, 1.000 posti letto, servizi e attrezzature allavanguardia era quanto di meglio ci fosse in Italia. Per raggiungere la stessa fu appositamente prolungata la linea 2 della rete tranviaria di Bergamo.

Lospedale si declinava in 8 reparti: Medicina, Chirurgia, Maternità, Oculistica, Pediatria, Dermosifilopatia, Tubercolotici e Isolamento.

Negli anni settanta lOspedale Maggiore cambia nome assumendo quello di Ospedali Riuniti di Bergamo.

LAzienda Ospedaliera aderisce alla rete internazionale Health Promoting Hospitals nellambito del programma dellUfficio Europeo dellOrganizzazione Mondiale della Sanità.

Allinterno della struttura sono stati eseguiti diversi trapianti davanguardia e altri delicati interventi impianto di valvola polmonare senza circolazione extracorporea.

                                     

1. Servizi offerti

Come riportato nella Carta dei Servizi, gli obiettivi fondamentali per lospedale erano i seguenti:

  • Erogazione di prestazioni con la migliore qualità possibile e con risorse adeguate.
  • Confermare il proprio ruolo di riferimento nellarea dellemergenza-urgenza di alta specializzazione.
  • Consolidare il ruolo di ospedale cittadino, punto di riferimento per lemergenza, i trapianti 1.920 trapianti dorgano eseguiti dal 1985, loncologia le malattie cardiovascolari.
  • Sviluppare e mantenere in piena efficienza il proprio patrimonio tecnologico.
  • Formare i futuri professionisti dellAzienda Ospedaliera.
  • Garantire unadeguata conoscenza circa la sicurezza e lefficacia di tutte le pratiche diagnostiche e terapeutiche.
  • Perseguire lo sviluppo e la valorizzazione delle competenze professionali di elevata specializzazione, anche attraverso lo svolgimento di attività di formazione, in collaborazione con lUniversità degli Studi di Milano-Bicocca, finalizzata a trasferire alla clinica le conseguenze e i metodi della ricerca.
  • Garantire la riservatezza delle informazioni relative alla situazione sanitaria e personale degli operatori e dei pazienti.

Inoltre si adopera alla sensibilizzazione dei cittadini nei confronti di specifiche patologie, attraverso lorganizzazione di eventi ad hoc e ladesione a progetti locali e nazionali, come quello di Cardiologia aperta o alla Settimana della prevenzione andrologica.

Istituti di Ricerca e Università italiane e straniere collaboravano da diversi anni con la struttura. Grazie alla collaborazione con lOspedale Niguarda di Milano, per esempio, il 4 aprile 2006 è stato possibile eseguire, per la prima volta nella storia dellAzienda, un trapianto di fegato da vivente, da padre a figlio.

Risultato della sinergia tra gli Ospedali Riuniti, lAsl di Bergamo, le Cliniche Humanitas Gavazzeni, il policlinico San Marco di Zingonia e lazienda ospedaliera di Treviglio, il 118 di Bergamo ha attivato nel settembre 2005 la telecardiologia, una rete di emergenza per la diagnosi ed il trattamento della sindrome coronarica acuta.

Sul fronte internazionale si è avuto il gemellaggio con lOspedale Alvarez di Buenos Aires e nellambito della ricerca la collaborazione con lUniversità Yale e laccordo con lUniversità di Maastricht, finalizzati allo sviluppo di progetti di ricerca in ambito clinico-sanitario. In campo internazionale, limpegno dellAzienda si estende anche alla partecipazione a missioni umanitarie, tanto che nel maggio scorso il Consiglio regionale della Lombardia ha conferito agli Ospedali Riuniti di Bergamo la medaglia doro al valor civile per lopera di cooperazione umanitaria internazionale prestata in Palestina dalle équipe di cardiochirurgia pediatrica.

La struttura si è distinta anche in ambito internazionale offrendo in occasione del conflitto israelo-libanese, la fornitura di medicinali, il ricovero e la cura di quattro donne libanesi ferite negli scontri. Sempre nello stesso ambito è attivo un gemellaggio con la Moldavia.

Dal 1996 è stato creato lUfficio Relazioni con il Pubblico, per rispondere alle esigenze del pubblico.

Con 1.200 posti letto accreditati, oltre 900 posti letto attivi, 3.800 dipendenti, la struttura di Largo Barozzi agli inizi del XXI secolo è diventata obsoleta e inadeguata. Per adeguarsi alle nuove esigenze del territorio bergamasco e per garantire lefficienza delle cure e dei servizi erogati è stato realizzato, nel quartiere del Villaggio degli Sposi, il nuovo Ospedale Papa Giovanni XXIII

                                     

2. Luoghi di culto

Il 20 settembre 2019, lAssociazione Musulmani si è aggiudicata allasta lantica chiesa dei cappuccini, divenuta nel XX secolo la cappella dellospedale "Giovanni XXIII". Ledificio, che sarà trasformata in una moschea, è stato messo in vendita dallospedale "Giovanni XXIII", struttura che appartiene agli Ospedali Riuniti, a loro volta dipendenti dalla Regione Lombardia.

Anche gli utenti hanno cercato:

ospedali riuniti di bergamo, vescovi libanesi. ospedali riuniti di bergamo,

...

Dizionario

Traduzione
Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →