Indietro

ⓘ BMW E39. Con la sigla BMW E39 si intende la quarta serie della BMW Serie 5, autovettura di fascia alta prodotta dalla casa automobilistica tedesca BMW dal 1995 ..



BMW E39
                                     

ⓘ BMW E39

Con la sigla BMW E39 si intende la quarta serie della BMW Serie 5, autovettura di fascia alta prodotta dalla casa automobilistica tedesca BMW dal 1995 al 2003.

                                     

1. Storia e profilo

Nella seconda metà del 1995 venne presentata la nuova generazione di Serie 5, contraddistinta dalla sigla di progetto E39 e destinata a raccogliere il testimone della E34. La E39 ottenne un successo superiore a quello dellantenata.

La linea, disegnata da Chris Bangle, si presenta molto pulita e levigata, e in alcuni particolari anche muscolosa. Degno di nota sono il raccordo fra montante anteriore e nervatura del cofano motore, o ancora le scalfitture laterali che conferiscono un aspetto molto dinamico. Completano il quadro una coda tronca e un raccordo tra coda stessa e padiglione molto spiovente. La parte anteriore riprendeva, aggiornati, i concetti delle E36 ed E38, con i classici proiettori rotondi carenati da una copertura in plexiglas trasparente, mentre il classico doppio rene era ora incastonato nel cofano motore. La parte posteriore, abbandonava i classici fari a" gradino”, in luogo di proiettori più classici ed eleganti, che non erano più spezzati dall’apertura del bagagliaio, ma ne disegnavano la linea. L’interno era caratterizzato dal classico cockpit orientato verso il guidatore, una spessa modanatura in radica, ma soprattutto dalla qualità dei materiali utilizzati. Infatti, la plancia era rivestita in un abs effetto pelle molto morbido, con un trattamento superficiale che la rendeva immune da invecchiamento. Classici i rivestimenti della selleria nelle prime serie, caratterizzati dal resistente velluto Flock o, su richiesta, da pelle di ottima fattura. Ancora oggi, molti puristi della Casa, considerano la E39, insieme alla E46 coupé, la più bella BMW mai prodotta.

Nella progettazione della E39 i tecnici hanno adottato diverse soluzioni per contenere la massa, facendo uso di lega di alluminio utilizzata per le sospensioni, i mozzi ruota le pinze freni. Meccanicamente, la E39 prevede il motore anteriore longitudinale e la trazione posteriore. I freni sono a disco con quelli anteriori di tipo autoventilante, mentre lavantreno prevede unevoluzione del precedente schema MacPherson, stavolta a doppio snodo, e il retrotreno propone una soluzione multilink, con braccetti ancorati ad un telaietto ausiliario.

Massiccio è luso di elettronica: accanto al sistema di iniezione elettronica multipoint con accensione integrata e misuratore di portata daria, vi sono i dispositivi per la sicurezza attiva, come lABS e il controllo di trazione ASC+T, che impedisce alla vettura di scomporsi in situazioni di scarsa aderenza, eventualmente disinseribile per lasciare il totale controllo della vettura al conducente.

Internamente, la E39 risultava più spaziosa del modello precedente: anche la zona posteriore dellabitacolo risultava essere più comoda per gli occupanti, grazie ad alcuni centimetri in più recuperati in fase di progetto. Il comfort è percepibile anche anteriormente, grazie alle regolazioni elettriche di sedili optional, volante e retrovisori. Il posto guida era caratterizzato anche dalla natura multifunzione del volante optional che incorpora i comandi dellimpianto radio e della climatizzazione.

Al momento dellesordio la gamma includeva le versioni berlina con motori a 6 e 8 cilindri, benzina o turbodiesel, provenienti seppur rivisti nellelettronica e dotati, in alcuni casi di sistema Vanos dallultima evoluzione della precedente E34.

Le versioni disponibili al momento del lancio erano:

  • 520i - 6 cilindri in linea 24v 1991 cm³ da 150 CV
  • 525tds - 6 cilindri in linea 12v 2497 cm³ da 143 CV
  • 523i - 6 cilindri in linea 24v 2494 cm³ da 170 CV
  • 528i - 6 cilindri in linea 24v 2793 cm³ da 193 CV

Entro breve tempo vennero affiancate dalla 540i dotata di un V8 da 4398 cm³ e 286 CV.

                                     

2.1. Evoluzione Touring

Disponibile inizialmente nella sola configurazione berlina a tre volumi, dalla metà del 1996 viene proposta anche in versione Touring, ossia station wagon sostituendo lomonima basata sulla precedente E34. Questa versione possiede alcune caratteristiche progettuali inedite, come il retrotreno dotato di ammortizzatori maggiormente inclinati, soluzione studiata per concedere maggior spazio al vano bagagli. Inoltre, il piano di carico è scorrevole e può essere estratto per agevolare il carico di oggetti pesanti. Esteticamente la Touring è identica alla berlina fino allaltezza del secondo montante eccezion fatta per la presenza delle barre portatutto sul tetto. La coda propone dei gruppi ottici dal disegno simile a quello della versione precedente su base E34, ma modernizzati.

Allinizio del 1998, la gamma venne ampliata con due nuovi diesel che si affiancarono alla 525tds: la 520d, dotata del piccolo quattro cilindri derivato da quello della 320d 16v 1951 cm³ da 136 CV, e la 530d 6 cilindri in linea 24v da 184 CV.

                                     

2.2. Evoluzione M5

Capitolo a parte merita la versione M5, anchessa lanciata nel 1998, che per la prima volta adottava un V8 da cinque litri da 400 CV, ed era disponibile nella sola configurazione berlina.

Nel 1998, la Gamma fu ampliata con la 530d, dotata di un moderno turbo diesel ad iniezione diretta, Common rail, che con una cilindrata di 2926cc era capace di erogare 184cv, diventando, per l’epoca, il diesel di serie più veloce del mondo. Per l’occasione, vennero introdotti nuovi livelli di allestimento: Eletta, che ricalcava le precedenti versioni, Attiva, che rappresentava la declinazione sportiva del modello, dotata di Shadow Line esterna, assetto M, cerchi in lega 16”, e finiture più votate al dinamismo che al comfort. Futura, dotata di serie con tutti gli accessori più tecnologici, come il sistema di navigazione, la tv, il telefono di bordo, sensori PDC e servosterzo autoregolabile in base alla velocità. Tutte le versioni, inoltre, presentavano di serie i fari allo xeno. Nel 2000, in occasione del lancio della 520d, dotata del piccolo 4 cilindri da 136cv già in dote alla 320d, la E39 fu oggetto di piccole modifiche di dettaglio, come gli indicatori di direzione anteriori, laterali e posteriori bianchi, e nuovi interni in stoffa Reps per gli interni, al posto del classico velluto Flock. Nello stesso periodo, la potenza della 530d saliva a 193cv.



                                     

2.3. Evoluzione Restyling 2001

Nel giugno 2001 la Serie 5 fu sottoposta a un piccolo restyling della gamma. Vennero introdotte le nuove che interessava il frontale, con la classica coppia di fari tondi circondata da un anello di fibra ottica che fungeva da luce di posizione, nuovi scudi paracolpi, fari posteriori a led, calandra con cornice cromata di dimensioni maggiori, e modifiche di dettaglio agli interni.

Completamente rinnovata la gamma:

Le versioni ora disponibili erano: 520i 6 cilindri 24v 2171 cm³ 170 CV, 525i 6 cilindri 24v 2494 cm³ 193 CV, 530i 6 cilindri 24v 2996 cm³ 231 CV, 540i V8 32v 4398 cm³ 286 CV, 520d invariata nella meccanica, 525d 6 cilindri 24v 2497 cm³ 163 CV e 530d potenziata a 193 CV. La Touring, aggiornata, era disponibile nelle stesse versioni della berlina M5 esclusa.

Nel 2002, prima delluscita di scena della E39, che nel 2003 sarebbe stata sostituita dalla E60, BMW lanciò alcuni nuovi allestimenti particolarmente ricchi di accessori: la Chrome, la Steel, la Titanium, e la Platinum.

Nel 2003 la E39 lasciò il posto alla nuova E60.

                                     

3. Riepilogo caratteristiche e versioni

Nella seguente tabella vengono mostrati dati relativi alle principali versioni previste per la gamma E39. I dati riguardano unicamente le versioni con carrozzeria berlina le corrispondenti versioni Touring sono caratterizzate da una massa superiore di circa 100-115 kg, da un velocità di punta di circa 3-4 km/h inferiore, da doti di accelerazione da 0 a 100 km/h inferiori di circa 4 decimi di secondo e da consumi peggiori di circa 0.3-0.5 litri ogni 100 km.

                                     

4. Le altre E39

Tra le versioni particolari della BMW E39 erano presenti le versioni prodotte dalla Alpina. La gamma di questo modello denominata B10 con unità a benzina e D10 con unità a gasolio, comprende versioni da 2.9 a ben 4.8 litri, con potenze comprese tra i 245 ed i 375 CV. Si tratta di versioni particolarmente ricche e raffinate, anche nei prezzi di listino, sensibilmente superiori a quelli delle "normali" Serie 5 E39. In totale, le Alpina su base E39 sono state prodotte in 2396 esemplari.

La E39 è stata proposta anche in versioni particolari a seconda dei mercati di destinazione. Per esempio, in Brasile è stata proposta una 540i dotata di carrozzeria blindata, mentre in Messico le 528i e 540i uscivano di serie con il cambio automatico.

La E39 è stata proposta anche per il mercato nordamericano, ovvero Canada e USA, nonché per alcuni mercati orientali, come quello di Taiwan.

Dizionario

Traduzione
Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →